RECENSIONE – Le Donne del Castello

Buongiorno Readers ⭐

come procedono le vostre letture? Per me devo dire che non c’è male!

Oggi voglio portare una recensione su un romanzo storico letto proprio in questo anno.

⇓INFO⇓

Titolo: Le donne del castello

Autore: Jessica Shattuck

Editore: Harper Collins

Pagine: 394

Data di Pubblicazione: 26 aprile 2018

Genere: Romanzo Storico

Prezzo Cartaceo: 5,94€ Prezzo Ebook: 6.99€

Sinossi. Tre donne. Il conflitto più devastante della storia. Il coraggio di ricominciare.
Dopo il crollo del Terzo Reich e la disfatta della Germania nazista, Marianne von Lingenfels torna con i figli nell’antico castello che appartiene da sempre alla famiglia del marito, un’imponente fortezza su cui la guerra ha lasciato il segno. Vedova di un membro della resistenza ucciso il 20 luglio del ’44 durante il fallito attentato a Hitler, è decisa a mantenere la promessa che ha fatto agli altri cospiratori in tempi non sospetti: proteggere le loro mogli e i loro figli. Per prima cosa salva il piccolo Martin, figlio di un caro amico d’infanzia, dalla casa di rieducazione in cui è stato rinchiuso. Poi attraversa insieme a lui la patria devastata dal conflitto e raggiunge Berlino, dove la madre del bambino, la bellissima e ingenua Benita, è caduta nelle mani dei soldati dell’Armata Rossa. E infine rintraccia Ania e i suoi due figli in uno dei tanti campi allestiti per dare rifugio ai milioni di sfollati che hanno perso tutto. Marianne è convinta che basteranno le circostanze e il dolore comune a tenere insieme quella strana famiglia improvvisata, ma ben presto scopre che il mondo di un tempo, in cui tutto era bianco o nero e le azioni erano ispirate da alti principi morali, ora è diventato un posto molto più complicato, pieno di segreti e oscure passioni. E che per poter affrontare il futuro lei e le altre donne del castello devono venire a patti con le scelte fatte prima, durante e dopo la guerra e affrontare ciascuna i propri demoni.

¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄ƷƸ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸

Marianne: vedova di un membro della resistenza coinvolto nell’attentato fallito a Hitler. Promette di proteggere le moglie e i figli dei membri della resistenza. La più grande di tutte, donna forte e dotata di grande caparbietà. Non si arrende alle ingiustizie e di fronte alle difficoltà. Dalla parte di tutti quelli che il regime nazista vuole eliminare. Purtroppo la sua sete di giustizia la rende ficcanaso e a volte poco sensibile ai sentimenti degli altri.

Benita, moglie bellissima e vedova di Connie (amico caro per Marianne) che arriva al castello insieme al figlio Martin, dove è stato rinchiuso in una casa di rieducazione. E’ una donna passionale e malinconica, che vorrebbe riavere una vita, una vita famigliare. Vuole essere amata ed amare. Essere felice dopo tutto quello che ha passato, soprattutto durante il periodo in cui si trova in mano ai russi, che la sfruttano come una prostituta.  A differenza di Marianne, non è aristocratica ma una giovane proveniente dalle campagne tedesche di cui Connie si innamora subito.

Infine c’è Ania, moglie di un polacco disperso, che insieme ai figli si trova in un campo di rifugio. Arrivano al castello avvolte da una sorta di mistero, come se nascondessero qualcosa. Ania è una donna forte, molto riservata e che tiene ad avere il controllo delle proprie emozioni, ma nasconde dentro di sé molte sofferenze, forse di scelte sbagliate che la perseguitano.

Ho apprezzato questo modo di scrivere dell’autrice, ci permette di leggere ogni loro punto di vista, ciò che pensano e sentono. Generalmente questo stile di scrittura mi confonde ma questa volta sono riuscita a trarne beneficio senza diventare matta a capire chi parla e in che anno o dove siamo. Questo sicuramente grazie alla bravura dell’autrice.

I luoghi sono descritti in maniera semplice, forse c’è poco approfondimento riguardo a molti particolari ma questo non mi ha causato problemi nella lettura. Il Castello, nonostante faccia parte del titolo del romanzo, comunque non è il protagonista del libro, è solo il luogo dove le 3 donne conviveranno e cercheranno di trovare una loro dimensione.

Forse sarebbe stato bello, in questo caso, una maggior attenzione nei dettagli di Burg Ligenfels.

Lo stile della scrittrice è semplice, chiaro ed estremamente scorrevole. Non è facile scrivere riguardo a un periodo storico come quello della seconda guerra mondiale, in specie dell’attentato nel ’44 ad Hitler, ma da come si può leggere nei ringraziamenti finali dell’autrice, i suoi anni di studi e approfondimenti hanno prodotto un romanzo curato e nello stesso tempo di facile lettura.

Mi sono immersa in questa lettura letteralmente, mi ha catturato sin da subito. Le pagine si divorano. La storia di 3 donne che cercano in maniera diversa di essere coraggiose e di riprendersi una vita che le è stata strappata o rovinata da una guerra, ed anche a causa delle scelte dei propri mariti.

L’unica nota negativa che posso fare è verso la fine: per qualche pagina ho faticato la lettura, ma forse questo è stato a causa della mia voglia di arrivare al finale.

Benita è quella che mi è rimasto più nel cuore sicuramente, e invece Marianne è il personaggio che ho amato di meno, la sua presunzione di sapere cosa fosse il meglio per tutti secondo i suoi principi e gusti mi ha irritato molte volte, senza contare il fatto che ficcasse il naso in ciò che non le concerneva. Sicuramente sono azioni fatte in buona fede ma che a lungo andare hanno reso questo personaggio pesante.

In finale: consiglio assolutamente la lettura di questo romanzo nonostante il tema trattato.

Voi cosa ne pensate? L’avete letto o vi incuriosisce farlo?

Ely Aurora – The Heart Is a Book ⭐

Pubblicato da theheartisabook1

Cosa significa per me leggere? Leggere è una porta su nuovi mondi, aiuta ad aprire la mia mente e trasportarmi in luoghi dove, forse, non andrò mai, che non ho mai pensato di esplorare e che non esistono. Significa accrescere la mia cultura, leggendo i punti di vista degli scrittori e scoprirne di nuovi. La lettura porta emozioni di gioia, felicità, tristezza, amarezza , riso e pianto. Questo è ciò che rende speciale la mia lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

A.&V.travel

Viaggiando per il mondo

H!stoire

Storia e Memoria

MICALIEN

music and journeys | la mia finestra sul mondo

Una sognatrice fallita.

...E anche oggi riproviamoci!

VGS LIBRI BLOG

Il dietro le quinte della nostra casa editrice

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Terracqueo

MultaPaucis

DomenickStyle

Love and My World

The Page After

Tutti i libri e i migliori fumetti pubblicati ogni giorno, recensioni settimanali e qualche curiosità.

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: