Recensione: Ragioni per continuare a vivere – Matt Haig

“Non sei tu, è solo una cosa che ti è successa”.

Attacco di panico: improvvisa comparsa di un periodo distinto e breve di intenso disagio, di ansia, o di paura accompagnati da sintomi somatici e/o cognitivi (Fonte –>Manuale MSD).

Depressione: patologia psichiatrica piuttosto diffusa che può interessare tanto gli adulti – giovani e anziani – quanto i bambini. Non interessa solamente la sfera emotiva e l’umore del paziente, ma interessa anche il corpo, influenzando comportamenti e manifestandosi anche con sintomi fisici (Fonte –> My Personal Trainer).

Ci sono situazioni, sensazioni e problemi di salute che se non si vivono sulla propria pelle è difficile capirli. La depressione e gli attacchi di panico sono due di quelli: per capirlo veramente, purtroppo, bisogna viverli.

Matt Haig, che arriva a pensare al suicidio nella fase più acuta della sua depressione, vive e ci racconta la sua esperienza contro questi due nemici invisibili. Si invisibili, perché se ci rompiamo un braccio tutti vedono che ci siamo fatti male ma se la depressione entra a far parte della nostra vita non sarà sempre facile riconoscerla.

La depressione è una malattia. Anche se non provoca né tosse né eruzioni cutanee. È difficile da individuare, perché di solito è invisibile. Nonostante sia una malattia grave, per molti di coloro che ne vengono colpiti, all’inizio è sorprendentemente difficile da riconoscere. Non perché non si soffra – si soffre, eccome – ma perché il malessere sembra irriconoscibile o viene confuso per altro.

Una frase mi ha colpito in questo libro è stata: “Non sembra malato” … “Mi spiace” mormorai, desiderando di soffrire di una malattia più evidente. Provavo un martellante senso di colpa.

Ci si sente in colpa, non solo perché non si riesce a capire il motivo di ciò che ci sta accadendo (e molto spesso si finisce di pensare di essere pazzi) ma anche doversi mortificare perché la tua malattia viene catalogata come: “sei solo un po’ triste” o “ma si dai passerà, cosa vuoi che sia!” o ancora “ci sono problemi peggiori“.  Oh è assolutamente vero, ci sono problemi molto più grandi ma bisogna provare su stessi cosa vuol dire avere una mente che non riposa mai, nemmeno mentre si dorme e come questa influisca profondamente anche sul proprio corpo!

L’autore lo sa bene e ci spiega cosa gli passa per la testa durante il primo attacco di panico e quali disturbi e malesseri fisici sono scaturiti dalla depressione, come: ipocondria, agorafobia, senso continuo di terrore, sfinimento mentale e fisico, senso di inutilità, affaticamento …

Non è superfluo dire che parenti, amici, fidanzate\i possono essere fondamentali nell’aiutare chi è depresso. Bisogna essere pazienti, comprensivi e soprattutto dobbiamo ASCOLTARE, ASCOLTARE ed ASCOLTARE! Anche se ci ripetono le cose perché ce l’avevano detto il giorno prima, non fa niente sopportiamo e ascoltiamo!

Allora cosa dobbiamo fare? Parlare. Ascoltare. Incoraggiare l’ascolto…Ribadire che la depressione non è una cosa di cui vergognarsi, non è una cosa che deve farci arrossire. E’ un esperienza umana… E spesso parlarne la allieva. Parole, conforto, sostegno… ben presto ho scoperto che parlare è già una forma di terapia. Se si può parlare, c’è speranza.

L’autore ne è uscito ed è riuscito a riprendere il controllo della propria vita. 

Il libro non si propone come un manuale medico ma come Esperienza. Lui ci racconta come ha vissuto questa malattia e cosa l’ha aiutato a superarla. 

Io ho trovato il libro di Matt Haig utile, illuminante ed istruttivo. Tutti dovrebbero leggerlo ma soprattutto chi non ha mai affrontato questa malattia e poter così capire cosa vuol dire viverla. 
 

Pubblicato da theheartisabook1

Cosa significa per me leggere? Leggere è una porta su nuovi mondi, aiuta ad aprire la mia mente e trasportarmi in luoghi dove, forse, non andrò mai, che non ho mai pensato di esplorare e che non esistono. Significa accrescere la mia cultura, leggendo i punti di vista degli scrittori e scoprirne di nuovi. La lettura porta emozioni di gioia, felicità, tristezza, amarezza , riso e pianto. Questo è ciò che rende speciale la mia lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

A.&V.travel

Sono un cittadino, non di Atene o della Grecia, ma del mondo

H!stoire

Storia e Memoria

MICALIEN

music and journeys | la mia finestra sul mondo

Una sognatrice fallita.

...E anche oggi riproviamoci!

VGS LIBRI BLOG

Il dietro le quinte della nostra casa editrice

Free Trip Downl Hop Music Blog

Free listening and free download (mp3) chill and down tempo music (album compilation ep single) for free (usually name your price). Full merged styles: trip-hop electro chill-hop instrumental hip-hop ambient lo-fi boombap beatmaking turntablism indie psy dub step d'n'b reggae wave sainte-pop rock alternative cinematic organic classical world jazz soul groove funk balkan .... Discover lots of underground and emerging artists from around the world.

THE SECRET BOOKREADER

Il Blog del Lettore Segreto

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Terracqueo

MultaPaucis

DomenickStyle

Love and My World

The Page After

Tutti i libri e i migliori fumetti pubblicati ogni giorno, recensioni settimanali e qualche curiosità.

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: